Link utili

La casa editrice Mimesis nasce come associazione culturale nel 1987, su iniziativa di Pierre Dalla Vigna, con lo scopo di raccogliere e diffondere le idee che animano la riflessione italiana ed europea. Pur mantenendo la sua attitudine filosofica, Mimesis espande presto i confini dei propri interessi alle scienze umane e alla letteratura. Nel 2006, con Luca Taddio, che affianca Pierre Dalla Vigna nella direzione editoriale, Mimesis sviluppa ulteriormente le sue potenzialità, dando vita alla societa MIM edizioni Srl. Lo stretto rapporto con il mondo universitario e la costante esplorazione di nuovi ambiti d’indagine hanno portato la casa editrice a dotarsi di un vasto catalogo, che oggi sfi ora i 4.000 titoli, organizzati in collane, molte delle quali sottoposte a valutazione rigorosa attraverso peer review. Pur mantenendo una produzione di attestato valore scientifico, la vocazione di Mimesis per il pensiero libero e indipendente ha garantito ai suoi autori di esprimersi con la massima autonomia. Oggi il gruppo Mimesis riunisce realtà culturali diverse: dalla casa editrice Jouvence, dedita alla storia, alla letteratura e alla riflessione interculturale, alle case editrici Éditions Mimésis e Mimesis International, attive rispettivamente sul mercato francese e anglosassone (UK/ USA). Di recente Mimesis ha creato una sezione dedicata alla progettazione europea, MIM EU, con lo scopo di accogliere le esigenze dettate dalla realtà socio-economica odierna, sempre più dinamica e globale. L’offerta culturale della casa editrice comprende inoltre la pubblicazione di riviste plurilingui, distribuite in Italia e all’estero, e di “Scenari”, settimanale online e quadrimestrale cartaceo dedicato all’approfondimento di temi politici, economici e culturali.

Sito web: http://www.mimesisedizioni.it

Territori delle idee ha lo scopo di promuovere e organizzare manifestazioni culturali, convegni, presentazioni di libri e ogni tipo di iniziativa che voglia essere un luogo di incontro e di scambio per le idee e le persone. È un territorio aperto alle contaminazioni tra i saperi, ai dialoghi tra le culture, allo scambio di competenze e capacità. In esso possono incontrarsi mondi che spesso faticano a trovare un terreno comune, come la scuola e l’università, le arti e le teorie, gli autori e i loro pubblico. È uno spazio liscio, senza la quadrettatura dei pregiudizi e dei titoli, dove conta la capacità di pensare e di produrre idee ed opere a prescindere dalla provenienza di ciascuno. Territori delle idee è attiva nella formazione culturale, nella diffusione dei valori del dialogo e della tolleranza, nella promozione del confronto razionale tra le idee e le ideologie. Hanno partecipato alle nostre iniziative tra gli altri:

Francesco Bilotta, Damiano Cantone, Marina Brollo, Francesca Moretti, Elisabetta Bergamini, Silvia Bolognini, Giuseppe O. Longo, Marcello Barison, Augusto Romano Burelli, Beatrice Bonato, Eliana Villalta, Federico Zappino, Renato Calligaro, Massimo Donà, Andrea Zhok, Umberto Curi, Pierre Dalla Vigna, Alberto Felice De Toni, Furio Honsell, Gabriele Giacomini, Renato Rizzi, Franco Rella , Giangiorgio Pasqualotto, Roberto Masiero, Marcello Ghilardi,  Andrea Tabarroni, Luca Taddio, Salvatore Lavecchia.

Responsabile Comunicazione Territori delle idee / Cantone Damiano, (Udine 1977) docente di lettere nelle scuole superiori, ha conseguito un Dottorato di Ricerca in Estetica a Trieste, dove ha insegnato Estetica e Storia dell’estetica nelle facoltà di Architettura e Lettere e Filosofia. Si è occupato principalmente dei rapporti tra il cinema e la filosofia, tematiche alle quali ha dedicato numerose pubblicazioni. È direttore responsabile della rivista di attualità on line Scenari e redattore della rivista aut aut.

ASSOCIAZIONE TERRITORI DELLE IDEE

C.F. 94134690307

info @ territoridelleidee.it

È un’immagine troppo semplice quella che vede i cosiddetti intellettuali alle prese solo con problemi teorici o disciplinari, dediti alla coltivazione esclusiva del particulare dei loro studi scientifico-accademici, dimentichi del mondo esterno. Mimesis è sempre stata una casa editrice attenta alle trasformazioni del presente, come dimostrano le numerose iniziative culturali di questi anni e il ricchissimo patrimonio di idee, autori e testi di cui essa si fa veicolo. La rivista Scenari è il naturale prodotto di questo sforzo, lo strumento attraverso il quale i nostri autori possono dar vita a una puntuale riflessione sull’attualità a partire dai percorsi di studio e pensiero di ciascuno. Attraverso il commento settimanale dei fatti più significativi nell’ambito della politica, della cultura, dell’arte e dell’economia,Scenari vuole costituirsi come un potente laboratorio di idee e dibattito, fornendo ai lettori la possibilità di commentare gli articoli attraverso blog appositamente dedicati. Ogni mese, inoltre, gli articoli verranno raccolti in formato cartaceo e potranno essere acquistati direttamente in libreria o in formato digitale.

Tutti sono chiamati a collaborare, inviando alla redazione i loro contributi (da un minimo di 4000 a un massimo di 8000 battute spazi inclusi) attraverso il form presente sulla pagina delle proposte. Il comitato di redazione selezionerà gli articoli destinati alla pubblicazione e ne contatterà gli autori.

Sito web: http://www.mimesis-scenari.it